Bancarotta fraudolenta al Casinò, les jeux sont faits

Al tempo, in uno dei tanti articoli dedicati alla questione su Aostasera, avevo definito la richiesta di maxi-perizia sui bilanci, da svolgere in incidente probatorio, come l’“all in” della Procura, che ipotizzava la bancarotta fraudolenta da parte di Amministratori unici e Sindaci del Casinò. L’esito della verifica aveva già condotto gli stessi pubblici ministeri titolari delle indagini a chiedere l’archiviazione del fascicolo. Oggi, la notizia che l’istanza ha visto l’accoglimento del Tribunale. Non può esserci processo per quel reato, non è sostenibile, alla luce degli atti.

L’iscrizione a bilancio di imposte anticipate su cui in via Ollietti avevano messo gli occhi, secondo i periti non è stata corretta per tre annualità, ma mai la società è andata in patrimonio netto negativo, quindi tali appostazioni non si connotano come condotte che abbiano concorso a cagionare un dissesto, presupposto del reato ipotizzato (pertanto insussistente). Le indagini e i procedimenti, checché ne pensino le masse, si fanno per accertare fatti che si distinguono come meritevoli di vaglio. Quelli riguardanti il Casinò, soprattutto in una fase storica caratterizzata dalle “iniezioni” di finanza pubblica, lo erano.

Ciò su cui si può discutere è che ci siano voluti oltre quattro anni per concludere questo procedimento, che non è nemmeno arrivato a una richiesta di giudizio. Ciò su cui si può discutere è che dell’altro filone processuale ancora aperto sulla Casa da gioco, quello sul falso in bilancio proprio per l’iscrizione delle imposte anticipate, giunto in Corte d’appello a Torino, non si hanno notizie e di sabbia nella clessidra della prescrizione ne è scesa parecchia, con il rischio che le onde del tempo cancellino l’eventuale reato.

In primo grado, a parità di contestazioni, un gruppo d’imputati venne assolto (a settembre 2018), mentre quello che scelse un diverso cammino processuale ricevette una pesante condanna (nel marzo 2019). La sentenza d’appello indicherebbe, seppur ancora in via non definitiva, quale dei due giudici abbia effettuato una valutazione disallineata rispetto alle norme. Capirlo, sarebbe importante per i valdostani (dei loro soldi si parla, in fondo). Capirlo, sarebbe importante per gli imputati (delle loro vite si parla, in fondo). Sarebbe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...