#CorruzioneVdA, perché la Procura voleva arrestare l’ex Presidente

“Impero Rollandin” è il “denominatore” che abbiamo individuato ad Aostasera.it – Il quotidiano on line della Valle d’Aosta per accompagnare i lettori tra le molteplici circostanze, vicende ed ipotesi emersi nella giornata di oggi dalle cento pagine della richiesta di arresto dell’ex Presidente della Regione avanzata lo scorso gennaio dal pm Luca Ceccanti al Gip del Tribunale.

Il motivo della scelta è nel contenuto stesso dei sei articoli che ne sono venuti fuori, dedicati prima al “grave quadro indiziario” delineato dalla Procura a carico della figura politica valdostana più influente dagli anni ’80 ad oggi, poi alle esigenze cautelari (e ai relativi nuovi filoni d’indagini da esplorare) che per gli inquirenti erano alla base della necessità del carcere preventivo per Rollandin.

Ritorna anche, e non potrebbe essere altrimenti, la motivazione per cui il Gip Giuseppe Colazingari ha negato l’arresto, riconoscendo peraltro la fondatezza della ricostruzione della Procura. L’idea è che ognuno possa iniziare (o limitarsi) a leggere dal “capitolo” che più gli interessa (il titolo è assolutamente identificativo di ogni parte).

Prima dell’elenco, spendo una parola, così come lo ho fatto nel momento dell’approfondimento delle accuse, per ribadire che la richiesta (e l’esito) di una misura preventiva non equivalgono a una sentenza, non essendo un’anticipazione del merito del procedimento. Quest’ultimo, che è mestiere dei giornalisti raccontare, ha un suo iter e procede con le garanzie per gli indagati (a partire dalla presunzione di innocenza) e le prerogative degli inquirenti.

Ecco la serie:

1. Richiesta di arresto per Rollandin, nelle 100 pagine della Procura la mappa dell’Impero;

2. Impero Rollandin, pneumatici ed altre “utilità” per “retribuire” l’ex Presidente;

3. Impero Rollandin, per il Pm solo il carcere avrebbe tutelato l’inchiesta;

4. Impero Rollandin: per gli inquirenti il politico aveva “nel mirino” il presidente CVA;

5. Impero Rollandin, l’ex Presidente “si muoveva da padrone all’Usl”;

6. Il pm: Rollandin voleva essere considerato ‘finisher’ del Tor.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...