Processo “Blu Belga”, inflitte pene per oltre 7 anni

Con la sentenza di oggi – a chiusura del processo di primo grado nato dall’inchiesta “Blu Belga” del Corpo Forestale della Valle d’Aosta, sulle modalità con cui alcuni bovini piemontesi venivano macellati per poi essere messi in commercio come carne valdostana (dopo la sostituzione della marca auricolare, prelevata da animali autoctoni) – si registrano pene detentive per un totale di 7 anni e 4 mesi (inflitte a sette persone), oltre a tre richieste di “messa alla prova”, e 6mila euro tra multe e ammende.

Credo però che più che questo dato quantitativo, da rapportare ai quindici imputati iniziali e comunque non trascurabile (soprattutto ai fini del giudizio sulla qualità dei forestali valdostani come inquirenti), occorra riflettere su un altro aspetto. Se le inchieste che in passato hanno riguardato la zootecnia raccontavano (anche) di scenari in cui l’illecito era mirato all’accrescimento di un profitto, la realtà emersa da “Blu Belga” – come sottolineato dallo stesso pubblico ministero Luca Ceccanti in dibattimento – è stata di operazioni di “re-immatricolazione” degli animali in grado di assicurare un risparmio tutto sommato modesto.

Il perché, secondo l’accusa a processo, è che “alla base di tutto questo c’è un dato: quello dei costi eccessivi dello smaltimento delle carcasse” in Valle d’Aosta e ci sono anche “tasse e balzelli eccessivi sugli allevatori”. Le accuse non erano uno scherzo, e la portata delle condanne non può certo essere attenuata, nell’opinione pubblica, dalle ragioni che eventualmente hanno condotto agli episodi contestati. Tuttavia, è innegabile che il mondo della zootecnia rifletta comunque, in questo momento, le mutazioni della Valle a livello sociale, economico e politico. Bisognerebbe provare a leggerle tutte, anche quelle che emergono da vicende come questa inchiesta. Bisognerebbe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...